RIFLESSOLOGIA PLANTARE - Che cos'è, controindicazioni, utilizzi


La Riflessologia plantare, è una tecnica manuale semplice ma efficacissima finalizzata a recuperare o mantenere lo stato di salute. Si incentra su tecniche di massaggio e pressione effettuate sui piedi e, nel mondo occidentale, utilizza mappe dei riflessi ormai consolidate, verificate da circa 70 anni di pratica.
Per chi è consigliata la riflessologia plantare?

Le controindicazioni al trattamento sono molto poche e riguardano:

  • Problemi locali al piede come fratture malattie cutanee contagiose
  • Gravidanza (in particolare i primi tre mesi)
  • Rischio di trombosi
  • Infezioni generali con febbre alta
  • Uso di ansiolitici o psicofarmaci
Detto questo la riflessologia può essere utilizzata in qualsiasi caso:

  • Problemi all’apparato digerente come gastrite cronica, colite, stitichezza ecc
  • Dolori muscolari e articolari come cervicale, lombalgia, mal di schiena, sciatica, ecc
  • Disturbi legati ad ansia e stress (e anche qualche piccola depressione)
  • Altri disturbi come labirintiti, nevralgie, mal di testa, insonnia, ma anche caduta dei capelli, dimagrimento, cellulite, ritenzione idrica ecc...
Questi sono solo alcuni degli esempi degli ambiti in cui la riflessologia plantare può essere utile, ma ricordiamo a tutti che può aiutare in moltissime altre patologie, i particolare se croniche.
Infatti aiuta a restituire la funzionalità organica a tutto l’organismo favorendo quel naturale processo di guarigione insito nel nostro corpo (come quando abbiamo un raffreddore, un’influenza o un taglio, il nostro corpo guarisce da solo col tempo), rendendolo più veloce e reattivo grazie a un migliore equilibrio e una migliore capacità di risposta del sistema immunitario.

VISITATE IL SITO

 

Commenti