CAVIGLIE GONFIE

Un problema sempre più frequente, conseguenza della vita sempre più frenetica, dove anche le tensioni emotive influiscono anche sulla struttura muscolare.
Si tratta di un problema che si manifesta maggiormente in età avanzata, nelle persone in sovrappeso, o in gravidanza, ma anche chi soffre di problemi alle vene, coinvolgendo anche piedi, polpacci e cosce.
Alla base di questo problema, c’è un accumulo di liquido dovuto alla cosiddetta ritenzione idrica.

Linfedema
Si tratta di un accumulo di liquido linfatico, ricco di proteine per i vasi sanguigni, nei tessuti che può formarsi in seguito a problemi ai vasi linfatici o dopo la rimozione dei linfonodi. In questo caso il movimento del liquido può essere bloccato, altrimenti l’accumulo di linfa può alterare la cicatrizzazione della ferita e provocare infezioni e deformazioni.

Insufficienza venosa
Spesso il gonfiore alle caviglie precede un’insufficienza venosa: un disturbo in cui il sangue si muove irregolarmente verso l’alto, dalle vene delle gambe o dei piedi fino al cuore.

Infezione
Le persone che soffrono di neuropatia diabetica sono maggiormente esposte al rischio d’infezioni. Il soggetto diabetico deve controllarsi i piedi ogni giorno per controllare l’eventuale comparsa di vesciche o piaghe, che possono sviluppare velocemente seri danni al sistema nervoso.

Coagulo di sangue
Altra causa di gonfiore può essere l’accumulo di coaguli di sangue che si formano nelle vene delle gambe, possono trattenere il flusso di ritorno del sangue dalle gambe al cuore, bloccando una o più delle vene principali delle gambe. Il monitoraggio di questi coaguli è obbligatorio, poiché se si spostano fino al cuore o ai polmoni, possono essere letali.
A volte il gonfiore può indicare un problema al cuore, al fegato o ai reni; in questo caso la ritenzione di liquidi può causare un’insufficienza cardiaca del lato destro. Le malattie epatiche possono danneggiare la produzione di una proteina chiamata albumina che evita che il sangue fuoriesca dai vasi sanguigni verso i tessuti circostanti. L’errata produzione di questa proteina può portate alla perdita di liquido o il suo accumulo nell'addome o nel petto.

Come prevenire caviglie gonfie
Il maggior sollievo per le caviglie gonfie si ha nel mantenere le gambe leggermente sollevate, ma anche con UNA SANA ATTIVITA' FISICA e riducendo il contenuto di sale nella dieta.
Nei casi di traumi, come di una distorsione, possono essere utili degli impacchi di ghiaccio e delle fasciature, ma il rimedio principale resta il riposo; evitare di camminare sulla caviglia gonfia e tenerla alzata, magari appoggiandola su un cuscino.

VISITA IL SITO

Commenti